27. La vedova Van Gogh – Camilo Sánchez

File_000 (3).jpeg

18 dicembre 2016

“Theo non dorme: apre la porta dell’inferno ogni notte.”

“(…) è da quando aveva diciassette anni che Johanna van Gogh-Bonger tiene un diario. Lo pota, come un vecchio albero, una volta all’anno. Quelli sono giorni bui. Rivedere, con distacco, ciò che allora le era parso essenziale è per lei, contemporaneamente, uno strazio e un sollievo.

(…) Scrivere e, successivamente, potare sono esercizi di temperanza. Tutto si ricorda e tutto evapora al tempo stesso.”

4 comments

  1. La vedova Van Gogh di Sanchez,la sua lettura è stata come una ciliegina sulla torta.Mi ha aperto gli occhi sulla forza e l’estasi di questi eccezionali personaggi.Grazie alla bravura del club del libro.Un abbraccio a tutti.Marcello.

    Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...