ci sono bambini a zigzag

6. Ci sono bambini a zigzag – David Grossman

20170422_123630.jpg

16 giugno 2013

“All’improvviso la mia anima cominciò a traboccare come il latte quando bolle.”

“Chi sono? Cominciavo a notare che, quando pronunciavo la domanda, sentivo una specie di lievissima fitta al petto, profonda, come se qualcuno bussasse da dentro, tentando di attirare la mia attenzione sul cuore, e quanto più domandavo chi sono? tanto più il cuore s’impregnava di qualcosa, si faceva pesante e angosciato. Strano, non mi ero mai posto prima questa domanda elementare, in fondo sapevo chi sono, ognuno di noi sa chi è, io sono Nono, la mascotte del distretto, ho un papà e una Gabi, il mio amico si chiama Mikah, e il programma mio e di papà è quello di lavorare insieme quando sarò grande; solo che, chissà perché, in quel momento pensavo che forse la domanda chi sono? aveva una quantità di risposte, che forse non era tutto così ovvio, e d’un tratto qualcosa sprofondò dentro di me, di colpo mi sentii pesante, lento, senza quasi più voglia d’avventura, e mi prese una vaga tristezza. Cosa mi succede, chi sono?…”

Annunci